Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

La solidarietà femminile protagonista della prima "Pink Experience" di "Monterosa Ski"

comunicato stampa
Le partecipanti della prima 'Pink Experience'

Sabato 3 agosto cinque donne si sono affidate all’esperienza della guida alpina Anna Monari per raggiungere il rifugio più alto d’Europa, la Capanna Margherita, partecipando alla "Pink Experience" di alpinismo proposta da "Monterosa Ski" nell’ambito del progetto "Monterosa. Liberamente femminile".

«Ciò che ci ha colpite maggiormente è stata l’incredibile sintonia che si è subito creata tra le partecipanti: si sono conosciute pochi minuti prima di iniziare la loro "Pink Experience" ed hanno subito fatto squadra. Sono partite orgogliose e determinate alla conquista del loro sogno». Racconta Paola Turchetti, direttore commerciale "Monterosa Ski".
Nel pomeriggio hanno affrontato la prima parte del percorso, raggiungendo il rifugio "Capanna Gnifetti" a quota 3.647 metri, dove hanno trascorso la serata e la notte. È stato il momento per conoscersi, per condividere le proprie esperienze e i sogni di ognuna. Domenica 4 agosto alle cinque di mattina hanno lasciato la "Capanna Gnifetti" e hanno iniziato l’ascesa verso i 4.554 metri della "punta Gnifetti" che ospita la Capanna Margherita.
 



«Superati di poco i 4.000 metri di quota una delle partecipanti ha iniziato a patire il mal di montagna ed è proprio in questo momento che lo spirito “liberamentefemminile” del gruppo è venuto fuori: nessuna ha avuto dubbi, la cosa importante era che la compagna si sentisse meglio al più presto! - continua Turchetti - hanno così rinunciato a raggiungere la loro meta e sono rientrate a valle. Questo è sicuramente uno dei valori più importanti che vogliamo trasmettere con il nostro progetto: sostenersi sempre, in ogni momento e soprattutto nelle difficoltà».
«Abbiamo voluto premiare questo gruppo per aver interpretato così bene i valori e lo spirito di questo nostro progetto - aggiunge Fulvia Favre, staff commerciale "Monterosa Ski" - nel giro di pochi giorni siamo riuscite, incastrando gli impegni di ognuna, a organizzare per loro una nuova "Pink Experience" per portarle a coronare il sogno di raggiungere la "Capanna Margherita" entro la fine dell’estate».

Sabato 10 agosto, mentre altre cinque donne saranno impegnate con la "Pink Experience Capanna Margherita", a Champoluc, nella piazzetta Monterosa Ski verrà raccontato il progetto "Monterosa. Liberamente femminile" e verranno svelate le "Pink Experience" per la stagione invernale 2019/2020 con tante sorprese.

 

timeline

podcast "listening"