Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

A Gignod, le emozioni dei "cammino" di Santiago de Compostela di Barbara Riva e della figlia Vittoria lanciano il confronto con altri pellegrini

redazione 12vda.it
Barbara Riva, Rudi Boch, Catia Pierotti e Diego Stumbo

Era l'estate 2014 quando Barbara Riva e sua figlia Vittoria, allora dodicenne, hanno deciso di camminare lungo il "Cammino" di Santiago di Compostela. Quel primo viaggio, lungo il "cammino francese", nel 2016 era diventato un libro, "Diario di emozioni".
L'incontro di venerdì 15 giugno nella sala consiliare del Municipio Gignod, a cura della Biblioteca comunale, è stata l'occasione per aggiornare «le emozioni» con quelle del secondo viaggio, nel 2017, di Barbara e Vittoria, lungo il "cammino portoghese".

Complice la moderazione del poeta Umberto Druschovic, la presentazione si è trasformata in uno scambio con altri viaggiatori del "cammino": Diego Stumbo ed i coniugi, appena rientrati dall'esperienza, Catia Pierotti e Rudi Boch.

timeline

podcast "listening"