Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Due ragazzi torinesi rubano ad Aosta una "Fiat Uno" «per fare un giro»: il conducente non aveva neanche la patente

comunicato stampa

La Polizia di Stato ha denunciato, nella notte tra lunedì 7 e martedì 8 ottobre un diciannovenne rumeno e un diciottenne italiano per furto di auto. Durante un servizio svolto in orario notturno e mirato alla prevenzione e repressione della guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti, personale della Polizia Stradale ha sottoposto a controllo un'autovettura "Fiat Uno".

Il conducente ha tentato di fuggire, ma è stato subito raggiunto dalla pattuglia: a bordo dell'auto viaggiavano due ragazzi: un cittadino rumeno, conducente, ed uno italiano, entrambi residenti a Torino. Il conducente era privo di patente e dei documenti del veicolo. Il riscontro effettuato in banca dati ha permesso di accertare che l'auto era di proprietà di un settantottenne italiano residente ad Aosta. I due ragazzi hanno ammesso, subito dopo, di essersi impossessati del veicolo, trovato regolarmente parcheggiato in strada, circa 15 minuti prima, dichiarando che volevano «farsi un giro ad Aosta».

Il veicolo è stato sottoposto a perquisizione con esito positivo: a bordo è stata trovata una bustina contenente sostanza stupefacente appartenente al conducente, peraltro con precedenti specifici per possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. L'auto è stata riconsegnata al legittimo proprietario, mentre i due ragazzi sono stati denunciati per furto. Al cittadino rumeno, inoltre, è stata comminata una sanzione pecuniaria amministrativa pari a cinquemila euro per aver circolato senza aver mai conseguito la patente di guida.

timeline