Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Arrestati due "passeur" pakistani che trasportavano, in un furgone tredici connazionali, tra cui anche un minorenne

comunicato stampa
I migranti che erano nel furgone fermato al Traforo del Monte Bianco

Nelle prime ore del mattino di lunedì 7 ottobre personale della Polizia di Frontiera in servizio al valico stradale del Traforo del Monte Bianco ha sottoposto a controllo un veicolo "Ford Transit", con targa italiana, in uscita dal territorio nazionale, sul quale viaggiavano due pakistani di 34 e 44 anni. All'interno del veicolo prendevano posto altri tredici cittadini pakistani, tra i quali un minorenne: quattro di questi erano stipati nel vano di carico posteriore.

Al momento del controllo l'autista ha esibito documenti d'identità italiani intestati ad un altro cittadino pakistano che, all'esito delle verifiche, sono risultati falsificati mediante contraffazione. Il veicolo sul quale viaggiavano è stato sequestrato, così come la somma di ottocento euro trovata in possesso di uno dei due pakistani.
Il minore è stato affidato ad una struttura regionale di accoglienza ed i due stranieri sono stati arrestati e messi a disposizione dell'Autorità giudiziaria.